[torna alla homepage]

26/02/06

Le voci del padrone - Saggio di liberalismo applicato alla servitý del media, di Enzo Marzo

Il libro, che riprende nel titolo un'affermazione di Luigi Einaudi, è un
violento e documentato atto d'accusa dello stato di degrado e di servitù del
giornalismo italiano. L'autore affronta, dall'interno, il tema complesso
della libertà d'informazione e il rapporto con il potere. Il discorso, assai
critico, si snoda attraverso un percorso lineare che parte da concetti
basilari, come quello di Verità, Obiettività e Opinione per arrivare a una
proposta concreta sullo statuto delle imprese giornalistiche.

Queste alcune delle tappe attraverso cui si articola il discorso: il mito
dell'obiettività, l'informazione come componente necessaria e costitutiva di
un regime democratico, la propaganda, la manipolazione dell'opinione
pubblica, i conglomerati della comunicazione e lo spettro elettromagnetico,
i nuovi apocalittici, le lobby che comandano oggi nei giornali italiani. Il
libro propone di rintracciare, in un «liberalismo critico», il metodo capace
di affrontare e di fornire una soluzione alla crisi dei media, dando una
versione aggiornata della separazione di poteri.

Si descrive così una proposta riformatrice in grado di ovviare ai guasti
provocati dal gigantismo e dal monopolio.

Enzo Marzo



[torna alla homepage]

[Stampa questa pagina]